fbpx

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy cliccando sul pulsante qui a fianco.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

joomla templates top joomla templates template joomla

InMedio - Organismo di mediazione accreditato dal ministero della Giustizia con N. 149 - P.IVA 02455600359

 253782-thumb-full-coppa_italia_tiro_alla_fune.jpg

Con la sentenza n. 19596 del 18 settembre 2020 la Cassazione Civile Sezioni unite ha finalmente chiarito il dilemma tra chi dei due, opposto ed opponente è onerato di iniziare la procedura di mediazione decidendo appunto che deve essere la parte opposta.

La coseguenza, e qui veniamo alla domanda che vi sarete immediatamente già posti, è che laddove la parte opposta non vi provvedesse il decreto ingiuntivo verrebbe revocato.

Questo il principio di diritto enunciato dalle Sezioni unite:

"Nelle controversie soggette a mediazione obbligatoria ai sensi dell’articolo 5, comma 1 bis, del decreto legislativo numero 28 del 2010, i cui giudizi vengono introdotti con un decreto ingiuntivo, una volta instaurato il relativo giudizio di opposizione e decise le istanze di concessione o sospensione della provvisoria esecuzione del decreto, l’onere di promuovere la procedura di mediazione è a carico della parte opposta; ne consegue che, ove essa non si attivi, alla pronuncia di improcedibilità di cui al citato 1 bis conseguirà la revoca del decreto ingiuntivo"

Scarica la sentenza

Cordiali saluti

InMedio

www.inmedio.it


InMedio - Organismo di Mediazione
 civile e commerciale n.149 presso il Ministero di Giustizia